Mini aspirapolvere: a batteria o a presa di rete? Confronto, differenze, pro e contro dell’uno e dell’altro

Non sempre le pulizie domestiche necessitano dell’utilizzo di un aspirapolvere tradizionale, che sia a traino o scopa elettrica. Capita a volte che dobbiamo concentrarci su lavori più piccoli che necessitano di maneggevolezza estrema. È il caso, ad esempio, di piccole aspirazioni localizzate come all’interno dell’abitacolo di una macchina. O ancora servizi veloci per aspirare le briciole da un tavolo o per la pulizia di un materasso. In questi casi probabilmente sarebbe eccessivo tirare fuori l’aspirapolvere dallo sgabuzzino. Probabilmente sarebbe più comoda la possibilità di avere a portata di mano qualcosa di più piccolo e maneggevole per velocizzare le operazioni. È proprio in questi casi che i mini aspirapolvere rappresentano esattamente quello di cui abbiamo bisogno. Nel tempo che impiegheremmo solo a preparare il nostro aspirapolvere tradizionale, il miniaspirapolvere avrebbe già terminato il lavoro, o quasi. Con un risparmio evidente di energie, oltre che di tempo.

 

I miniaspirapolvere non sono tutti uguali

Per capire bene l’ambito di discussione di cui stiamo parlando, dobbiamo effettuare una prima preliminare differenziazione. Dobbiamo capire che esiste una differenza sostanziale tra aspirabriciole e miniaspirapolvere. Mentre gli aspirabriciole sono per la maggior parte senza filo, il che potrebbe essere un parametro positivo, i miniaspirapolvere possono anche essere ad alimentazione diretta. Questo aspetto ha due evidenti facce opposte della stessa medaglia. Se infatti da una parte è da sottolineare la praticità e la facilità di utilizzo, dalla parte opposta non spicca certo l’aspetto dell’autonomia. Le batterie di cui gli aspirabriciole sono forniti, se hanno tempi di ricarica molto contenuti, hanno anche un limitato periodo di utilizzo. Ecco perchè questo genere di elettrodomestico è utilizzato veramente solo in caso di pulizie molto limitate e circoscritte. Inoltre anche la potenza non è paragonabile ai modelli con alimentazione diretta che forniscono un livello di aspirazione più alto e costante. E duraturo.

Quando il miniaspirapolvere diventa indispensabile

Il motivo che spinge la maggior parte delle persone a optare per l’acquisto di un miniaspirapolvere è certamente la praticità di utilizzo. Hanno fatto irruzione sul mercato soprattutto negli ultimi anni visto che il lavoro ha tolto sempre più spazio e tempo alle pulizie domestiche. Al contrario degli aspirabriciole senza fili, i miniaspirapolvere offrono la possibilità di alimentazione diretta dalle normali prese domestiche. Se gli aspirapolvere tradizionali vengono impiegati nelle grandi pulizie, i miniaspirapolvere sono estremamente utili nel loro perfezionamento. Quando dobbiamo aspirare un materasso, ad esempio, un divano, le tende di casa o ancora le mensole dei ripiani alti dei mobili di casa. Parliamo di zone localizzate in cui la potenza di un miniaspirapolvere e la sua facilità di utilizzo tornano estremamente utili. Inoltre abbiamo la sicurezza di portare a termine il lavoro poiché l’autonomia è assicurata dall’alimentazione diretta dalle prese di casa. E anche la potenza di aspirazione.

Aspirabriciole, una comodità da mordi e fuggi

Riprendendo il filo dei paragrafi precedenti, l’estrema comodità di avere un aspirabriciole immediatamente pronto all’uso si scontra spesso con l’impossibilità di utilizzo prolungato. In media le migliori batterie riescono ad arrivare a venti minuti di utilizzo, arrivando anche a mezz’ora per i modelli di fascia più alta. Non è sufficiente per un uso esteso di questo apparecchio ma è più che abbastanza se dobbiamo far sparire le briciole cadute sul divano. La possibilità di non dipendere dalla presenza delle prese domestiche ci permette di portare questo dispositivo praticamente ovunque. Ecco perchè viene spesso tenuto in macchina, con alcuni modelli che offrono il cavo di ricarica anche adattabile all’accendisigari del veicolo. E una volta terminato l’utilizzo può essere riposto comodamente ovunque grazie alle dimensioni estremamente contenute e ai rapidi tempi di ricarica. È quindi fondamentale riconoscere esattamente le proprie necessità per capire se si ha effettivamente bisogno di questo elettrodomestico.

Da aspirapolvere a mini aspirapolvere in un click

Come dicevamo, lasciatevi guidare dalle vostre necessità nel momento della scelta dell’aspirapolvere. L’utilizzo che se ne andrà a fare sarà determinante soprattutto perchè ogni utente è un universo a sè e la scelta deve essere quindi personalizzata. In questo senso può essere utile considerare i nuovissimi prodotti che prevedono un miniaspirapolvere integrato in uno tradizionale. Nella maggior parte dei casi l’integrazione avviene con la scopa elettrica. Il mini aspirapolvere è integrato, appunto, proprio nel corpo della normale scopa elettrica. Quando i due dispositivi sono integrati, il mini aspirapolvere rappresenta il cuore del dispositivo e costituisce anche il contenitore della polvere. Quando il miniaspirapolvere si sgancia si ha a disposizione la stessa potenza aspirante ma con un più pratico utilizzo. La comodità e la praticità daranno una mano determinante nei punti più difficili della casa.

Gli accessori possono fare la differenza

In un mercato sempre più competitivo sul fronte tecnico ed estetico, quello che potrebbe spingere verso un acquisto o un altro potrebbe essere la dotazione. Se è vero che la praticità e facilità di utilizzo sono elementi essenziali, è vero anche che poter estendere l’utilizzo ad altri ambiti sarebbe l’ideale. Per questo la possibilità di intercambiare le spazzole di utilizzo è una possibilità molto apprezzata dagli acquirenti, oltre che utile. Non tutte le superfici sono uguali, per questo la spazzola deve potersi adattare. Inoltre inoltre, per le parti più scomode o più in alto è utile poter collegare un tubo flessibile al posto della spazzola. Anche la tracolla può tornare estremamente utile in caso le pulizie, ad esempio, richiedano posizione scomode o precarie. Purtroppo però non tutti i modelli offrono queste possibilità che incidono inevitabilmente sul prezzo finale del prodotto.

Il prezzo non spaventa ed è alla portata di tutti

Non è solo la dimensione esterna ad essere mini nel caso di questo genere di apparecchio per le pulizie. Anche il prezzo è molto contenuto e tende a salire eccessivamente solo nel caso dei dispositivi integrati, che abbiamo nominato nel precedente paragrafo. Già a partire da 30 euro possiamo trovare dispositivi interessanti con un buon rapporto di qualità e prezzo. Dobbiamo considerare poi che in nessun caso dobbiamo aggiungere il costo dei sacchetti di ricambio che non sono mai contemplati in questi modelli. Se poi comprendiamo gli accessori, si possono individuare offerte interessanti che ne includano una gran varietà


Impiegato in un ufficio di logistica e spedizioni, laureato in scienze della comunicazione con un master in Giornalismo e giornalismo radio televisivo. Autore di racconti, romanzi e poesie, mi piace suonare, cantare e tutto ciò che è estro e inventiva. Ho scritto per diverse testate sportive, di attualità, di cultura e società e di politica. Da sempre innamorato delle nuove tecnologie tanto da dover quanto meno provare qualunque ultimo modello hi-tech che passi sul mercato.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it